Protesi di ginocchio: tutto quello che si deve sapere sull’intervento.
Per dare indicazione all’intervento di protesi di ginocchio, sono necessarie delle radiografie in due proiezioni sotto carico, cioè il paziente deve eseguire le radiografie in piedi, e la RMN del ginocchio interessato.  

Nel caso fossero tutte e due le ginocchia interessate, invece bisognerà effettuare la RMN anche all’altro ginocchio.

Si può effettuare l’intervento anche se il paziente avrà il ginocchio gonfio e infiammato.

L’intervento avrà una durata totale di 1 ora circa e verrà effettuato preferibilmente in anestesia periferica cioè peridurale.

Dopo l’intervento il ginocchio sarà avvolto da un bendaggio che verrà rimosso alla prima medicazione e non sarà necessario alcun tutore.

Il giorno stesso, al terminare dell’anestesia periferica ed avendo ripreso il controllo degli arti, il paziente potrà alzarsi in piedi e caricare con attenzione sull’arto operato.

Da subito il ginocchio dovrà effettuare una flessione cioè un piegamento con un apparecchio che piega il ginocchio (kinetek).

La riabilitazione durerà circa tre mesi. Il primo mese molto intensa e poi meno frequente.

Un’automobile con il cambio automatico si potrà guidare già dopo una settimana; le stampelle si abbandonano dopo circa 45 gg.

Si consiglia arrivare in ospedale con dei bastoni canadesi ed una calza elastica compressiva

Per ulteriori informazioni sulle protesi di ginocchio, si possono consultare anche i seguenti articoli:

Protesi di Ginocchio
Tg5 Salute Le protesi di Ginocchio: malattie e risultati
Patologie e Trattamenti del Ginocchio
Videoartroscopie di Menisco

Lascia un commento