Padel e lesioni alla cuffia dei rotatori. Rubrica di informazione scientifica “Sport e Salute” a cura del Prof. Francesco Franceschi chirurgo ortopedico di spalla, ginocchio e anca a Roma, in onda su Teleradiostereo ogni martedì alle 15:50 ed il sabato alle 9:40. Potete ascoltare il Podcast qui. Buon ascolto!

Come ogni martedì alle 15:50 ed ogni sabato alle 9:40, noi ci occupiamo di sport e salute con il nostro Prof. Franceschi. Professore bentornato!

Ciao Roberto, ciao a tutti!

Allora professore oggi, nel nostro scambio mattutino di messaggi dove io vado a capire in cosa ci tufferemo rispetto allo sport ma anche alla salute, parliamo della spalla.

Mi permetto di dire professore nel darle la parola che, nell’audio che Lei mi ha mandato, sono evidenti due cose: intanto spieghiamo che c’è una persona che, giocando a padel, ha giocato sul dolore e poi si è dovuti arrivare ad un intervento ma adesso sarà il professore che ci spiegherà la situazione. In questo episodio che Lei mi ha raccontato e di cui parleremo, sono evidenti facilmente due cose: intanto quanta accortezza serve per fare sport, anche il padel come il calcetto stressa tanto le articolazioni. E poi quello di ascoltare un pochino di più il nostro corpo perché forse, e lo capiremo dalla storia, era possibile fare qualcosa prima di dover fare l’intervento. Prego Professore

Si hai proprio ragione. Oggi ho iniziato questo vocale spiegandoti proprio quelo che era successo perché un giocatore di padel, ormai ne vedo tantissimi perché quelo sport sta diventando estremamente comune come sai, è venuto da me a studio dicendomi che ormai non ce la faceva più con il dolore alla spalla, non riusciva più a dormire la notte, etc. e soprattutto non riusciva più a giocare a padel addirittura. Questo perché?

Perché, avendo fatto poi una risonanza magnetica, abbiamo scoperto che c’era una lesione sul tendine, un tendine molto importante della spalla, la cuffia dei rotatori – ormai lo conoscono tutti quanti questo tendine e ci serve proprio per alzare il braccio che è un movimento tipico per poi andare ad esempio a battere a tennis oppure a schiacciare a padel oppure andare a fare i colpi in alto.

Perché è successo?

Perché questo giocatore ha giocato per un anno sentendo dolore, all’inizio aveva sopportato prendendo degli antiinfiammatori però poi alla fine questo dolore è stato insopportabile, non riusciva più a fare niente.

Se si fosse fermato prima, facendo qualche esame prima, una visita prima, sicuramente sarebbe stato possibile magari evitare l’intervento perché chiaramente quando una persona è abbastanza giovane ed ha un tendine rotto, la prima cosa da fare è riparare questo tendine a livello della spalla.

Giustamente la seconda cosa che dici è che il padel è uno sport che sta diventando sempre più frequente appunto nei nostri circoli, nascono sempre più come funghi i campi di padel, purtroppo porta a tanti danni alle articolazioni. Arrivano pazienti con problemi al menisco, molti con problemi alle spalle, alla cervicale, proprio perché molto spesso arrivano in campo persone che non si allenano prima e, credendo che sia semplicemente come una partita a  racchettoni invernale fatta in città, si improvvisano campioni di padel.

Per cui va fatta molta attenzione al rinforzo muscolare, allo stretching, alla preparazione atletica perché anche il padel è uno sport vero e proprio e va affrontato con le dovute accortezze.

Però professore non è il nostro interesse di oggi fare focus sullo stretching, però quando parliamo di questo tipo di infortuni, lo stretching vada sempre ricordato anche perché, e qua vengo a lei, non credo serva chi sa quale stretching per una partita di padel, basta avere un po’ di accortezza. Quanti minuti servono di stretching prima di una partita di padel?

Bastano 5 o 6 minuti prima della partita, cercare di fare anche un pochettino di riscaldamento correndo un po’ per il campo e soprattutto allungare un po’ le spalle. Niente di più

Anche perché bisogna ricordare che se i calciatori stanno mezz’ora in campo prima della partita ed i tennisti fanno quegli scambi non agonistici prima di fare la partita, è esattamente per questo motivo qua. Quindi oltre ad essere veloci ad arrivare ad una diagnosi, ad intervenire magari per scongiurare l’intervento come in questo caso ai tendini della spalla,  ascoltate il vostro corpo, fate stretching e soprattutto ascoltate la nostra rubrica che ci fa piacere ancora di più.

Per ulteriori informazioni, si possono consultare anche i seguenti link:

Lesioni dei tendini della cuffia dei rotatori
Cuffia dei rotatori: nuove tecniche di riparazione
Cuffia dei rotatori: casi di riparazione
Lesioni della cuffia dei rotatori: capire l’intervento chirurgico
Le lesioni della cuffia dei rotatori
Spalla e tennis
Danno alla cuffia dei rotatori Tg5 Salute 4/2/21
Artrosi alla spalla – Il Mio Medico Tv2000
Padel e problemi alle articolazioni – Sport e Salute
Gomito del tennista – Sport e Salute
Il padel e le articolazioni- Sport e Salute 3/7/2020

Per info e prenotazioni clicca qui