Chirurgia ortopedica e tecnologia Prof. Francesco Franceschi ortopedico spalla, ginocchio e anca a Roma Primario di Ortopedia all’Ospedale San Pietro Fatebenefratelli a Roma. Rubrica radiofonica “Sport e Salute” in onda  su TeleradioStereo ogni martedì alle 15:50 ed il sabato alle 9:40 . In questa puntata della mia rubrica radiofonica bisettimanale, parliamo di come e quanto computer e software sono importanti anche in sala operatoria specialmente negli interventi di protesi. Buon ascolto!

E come ogni martedì andiamo dare il buon pomeriggio a TeleradioStereo al professor Franceschi. Bentrovato professore!

Ciao Roberto ciao a tutti!

Allora oggi sono particolarmente stimolato dall’argomento che vogliamo trattare insieme perché in un mondo sempre più interconnesso, sempre più tecnologico, forse in alcuni aspetti della nostra vita anche troppo, la tecnologia viene in soccorso della scienza, della medicina, delle ricostruzioni che si possono fare attraverso dei software, attraverso cose – mi permetto di dire da profano professore – forse immaginabili fino a pochissimo tempo fa e quindi parliamo di computer ovviamente ma di medicina vero professore?

Eh si ci tenevo moltissimo a parlare di questa cosa perché parlo sempre di interventi chirurgici, di traumi però poi alla fin fine non parlo mai di come si arriva ad effettuare precisamente un intervento chirurgico cioè in modo preciso.

Questo che significa?

Da un po’ di anni in effetti noi non andiamo in sala operatoria con gli occhi bendati, vediamo in base alla nostra esperienza semplicemente chirurgica di effettuare un intervento e poi, si va bene perché magari il chirurgo è bravo, perché l’intervento è facile e va tutto quanto bene durante l’intervento ma la cosa più importante negli ultimi anni che si è capito, anche dopo l’esperienza anche di tanti altri chirurgo di oltreoceano, è effettuare un’ottima pianificazione preoperatoria.

Che significa?

Ormai abbiamo la possibilità di inserire gli esami – quindi risonanze, lastre e tac – all’interno dei nostri computer portatili dove ci sono dei piccoli programmini che ti permettono di effettuare l’intervento chirurgico e per esempio di inserire addirittura una protesi virtuale all’interno dell’articolazione poco prima di farlo sul paziente.

Questo (questo giochino) ti permette di capire esattamente qual è il punto migliore per inserire la protesi per far lavorare meglio l’articolazione del paziente.

Chirurgia ortopedica e tecnologia

È cominciato all’inizio sai con l’anca e col ginocchio però ormai la spalla ha superato tutte le altre articolazioni.

Questo giochino, che si fa appunto col computer che poi è anche divertente oltre che interessante ed utile per noi medici, ci permette appunto addirittura con le ultime evoluzioni di inserire una nuova protesi oppure altri impianti, all’interno di altri impianti effettuati.

Questo che significa?

Ci sono tanti ragazzi che purtroppo per incidenti motociclistici hanno le articolazioni rovinate ed hanno dei mezzi di sintesi già inseriti nelle articolazioni e con questi programmi di realtà virtuale in un certo senso noi riusciamo a superare anche gli ostacoli, le barriere di questi mezzi di sintesi che sono stati già inseriti all’interno delle articolazioni quindi placche, chiodi che si possono avere, ed effettuare questo intervento qui.

Chirurgia ortopedica e tecnologia

L’altra novità è anche quella di effettuare addirittura intervento sempre prima con la realtà virtuale addirittura.

Ci sono degli occhiali speciali che ti proiettano in una realtà virtuale 3D che ti fa vedere appunto, mentre tu esegui un intervento chirurgico, la tua pianificazione preoperatoria e quindi tu clicchi le cose giuste al posto giusto proprio come avevi pensato prima dell’intervento.

Questo professore – mi passi la battuta – da un lato è quasi da videogiocatori per tutti voi professionisti straordinari che vi divertite anche un po’ con questi software meravigliosi ma, a parte la battuta, è importante stare al passo con i tempi, è importante offrire soluzioni sempre nuove e in questi casi il computer ci dà una mano.
Poi c’è ricordare, e il professore penso sarà d’accordo, che il computer è uno strumento che, esattamente come nel nostro tipo di lavoro, non è lui che ci risolve i problemi; c’è sempre la mente di qualcuno a risolvere questa cosa. Questo è l’insegnamento per chi mi chiede un suggerimento su uno smartphone. Io dico sempre “Guarda che non lo fa da solo”. Bisogna dargli una mano e ci vuole la professionalità come la sua professore, come quella dei suoi colleghi.

Allora con il computer che ci aiuta a ricostruire letteralmente virtualmente poi nella pratica tantissime situazioni che magari immaginavamo compromesse, noi diamo appuntamento al professor Francesco Franceschi per sabato perché l’appuntamento è doppio quello di martedì alle 15:50 quello di sabato intorno alle 9:40 ma come sempre io ricordo il sito super accurato del professore.

Per ulteriori approfondimenti, si possono consultare anche i seguenti link:

La tecnologia in ortopedia
Chirurgia e tecnologia – ISORADIO del 21/8/2020
Chirurgia protesica: le novità – Pianeta Sport TV
Protesi di spalla ISAKOS webinar
Chirurgia robotica e chirurgia in navigazione
La navigazione nella sostituzione protesica di spalla, ginocchio e anca
Protesi inversa di spalla: innovazione e protesi in 3D – Tg2 Medicina 33
Le protesi in ortopedia – Tg5 del 2/12/2020
Tg3 Regione Lazio Buongiorno Regione – Protesi di Spalla
TG5 Salute Le Protesi al Ginocchio: Quando Intervenire quanto durano
TG5 Salute Le Protesi al Ginocchio
Le protesi di spalla: Per quali patologie è necessario ricorrervi

Per informazioni e prenotazioni, consulta la sezione Prenota

Per info e prenotazioni clicca qui